Condividi con:

FacebookTwitterGoogleLinkedInRedditPinterest


Come spesso accade, la necessità aguzza l’ingegno. Emblematico è il caso di Henry Patterson, un imprenditore di 11 anni. Giovanissimo, è inglese, ed è già considerato un “imprenditore da tenere d’occhio”.

La mamma di Henry, alla domanda su come mai suo figlio sia un imprenditore di 11 anni, iniziando la propria carriera giovanissimo, racconta di come sia iniziato tutto quando aveva 5 anni. Il giovane Henry, a quanto pare, nel richiedere alla mamma un nuovo giocattolo, un Power Ranger in questo caso, si sentì rispondere che avrebbe potuto averlo solo dopo aver venduto i propri giocattoli su eBay. Qualcuno lo troverà un espediente crudele, qualcuno lo troverà educativo, Henry lo ha trovato evidentemente stimolante. Dopo che, con l’aiuto della mamma, crea il proprio account eBay e inizia a vendere i propri giocattoli, decide di continuare vendendo sacchetti di concime ad una sterlina l’uno.

E da lì ha inizio la storia, che lo ha portato ad oggi ad essere considerato un genio dell’imprenditoria, il quale, a soli 11 anni, ha fondato la start up “Not Before Tea“, per la vendita di dolciumi, e del merchandising associato al marchio (borse, magliette, quaderni, e quant’altro).

A quanto pare i suoi prodotti sono molto apprezzati, tanto da essere distribuiti ad oggi da oltre 70 rivenditori, e da consentirgli di fatturare quasi 100mila sterline l’anno. Il motivo, a detta di Henry, è che i bambini apprezzano di più ciò i propri prodotti, sapendo che vengono realizzati da un loro coetaneo, ed così più facile che vadano incontro ai loro gusti.

Questo piccolo imprenditore di 11 anni ha già scritto un libro, Pip Gets a Job, ed aperto il proprio canale youtube, Not Before Tea-V.

Il caso di Henry dimostra che una buona idea non nasce sempre dai soldi, nè dall’esperienza. Di certo Henry è stato aiutato dai genitori nel canalizzare le proprie idee in qualcosa di pratico (il padre si occupa di marketing), ma questa storia insegna che basta poco per avere successo.

L’unica cosa che davvero serve è metterci tutto il cuore nel fare ciò che si fa, dare il massimo, e trasmetterlo agli altri.

 

Seguici su: Facebooktwittergoogle_pluslinkedin

Commenta